• slide1
  • slide2
  • slide3
Stampa

TRIBUTI IMU TASI CORRISPETTIVO RIFIUTI

on .

ANNO 2020:
NUOVA IMU
La Legge di Bilancio 2020 con decorrenza dal 01.01.2020 riorganizza la tassazione comunale sugli immobili.
Con l’abrogazione della IUC, e quindi della TASI (sopravvive solo la TARI) il legislatore ha riformulato la disciplina dell’IMU 2020 in un unico testo normativo (contenuto nell’art. 1, commi da 738 a 783 della Legge 27.12.2019, n. 160).
La nuova IMU 2020 mantiene l’esenzione già prevista per IMU e TASI per l’abitazione principale. Non è più prevista, invece, l’esenzione per l’unità immobiliare disabitata di titolari di pensioni estere iscritti all’AIRE.
Inoltre, a seguito dell’abrogazione della TASI non è più prevista la quota per l’inquilino. Per finalità di invarianza complessiva di gettito le nuove aliquote sono date dalla sommatoria di quelle applicabili in precedenza per IMU e TASI.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.riscotel.it

SCADENZE
Per l'anno 2020 sono previste due rate le cui scadenze sono così stabilite:

PRIMA RATA IN ACCONTO: 16 GIUGNO 2020

SECONDA RATA A SALDO: 16 DICEMBRE 2020

Il versamento della prima rata è pari all’imposta dovuta per il primo semestre applicando l’aliquota e la detrazione dei dodici mesi dell’anno precedente.

Il versamento della rata a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno è eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote risultanti dal prospetto delle aliquote, pubblicato nel sito internet del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze, alla data del 28 ottobre di ciascun anno.

In sede di prima applicazione dell’imposta, la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU+TASI per l’anno 2019.

Sono inoltre legittimati a non versare l’acconto i soggetti che nel 2019 erano vincolati solamente al versamento TASI oppure chi ha acquistato l’immobile nel primo semestre 2020. Nulla vieta comunque che il contribuente provveda al versamento della nuova IMU versando l’imposta per i mesi di possesso del nuovo immobile con le aliquote 2019.


ANNO 2019:
Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 4 marzo 2019 sono state confermate le aliquote e le detrazioni ai fini IMU e TASI per l'anno 2019 

ANNO 2018:
Con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 7 del 06/03/2018 sono state confermate le aliquote e le detrazioni ai fini IMU e TASI per l'anno 2018

NOVITA' 2017:
PASSAGGIO DA TARI A CORRISPETTIVO RIFIUTI

TUTTO SU SERVIZI E RACCOLTA DIFFERENZIATA RIFIUTI


ACCONTO 2017 (16/06/2017) SI VERSA CON ALIQUOTE IMU - TASI 2016
L'amministrazione Comunale ha deliberato le aliquote dell'anno 2017 confermando le aliquote dell'anno 2016.

GUIDA INFORMATIVA 2017 : NORMATIVA E ALIQUOTE 

ANNO 2016:
NON dovrà essere più versata alcuna imposta (nè IMU nè TASI) sull’ABITAZIONE PRINCIPALE (ESCLUSE Cat. A/1-A/8-A/9)
2) E’ confermata l’ESENZIONE DEI TERRENI AGRICOLI condotti direttamente
3) Possibilità di Concessione
 in Comodato d’Uso Abitazione Principale a parenti in linea retta (genitori-figli) qualora in possesso dei requisiti di legge (Circolare) e con contratto di comodato registrato

I.U.C. 
A partire dal 1 gennaio 2014, in tutti i Comuni Italiani, è stata istituita la nuova Imposta Comunale Unica più nota con il nome di IUC (art. 1 commi 639 – 731 L. n° 147 del 27 dicembre 2013 e successive modifiche). La IUC è composta da tre distinti tributi che sono: l’Imposta Comunale sugli Immobili (IMU), il Tributo sui servizi indivisibili (TASI) e la Tassa sui rifiuti (TARI).